Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per personalizzare i contenuti. 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando su qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per informazioni o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie leggi la nostra Cookie Policy 

ESCURSIONI POSSIBILI DAL RISTORANTE SETTE LARICI

 

SANTUARIO DI SAN ROMEDIO  

Difficoltà: turistico 
Tempo di percorrenza: andata 1 ora e 30 minuti.

 

 

Il santuario si San Romedio è uno dei più caratteristici eremi d’Europa. Sorge in Val di Non sulla vetta di uno sperone di roccia alto più di 70 metri. Qui San Romedio visse come eremita per molti anni, secondo quanto dice la leggenda in compagnia solo di un orso trentino.

Il santuario si San Romedio è formato da cinque piccole chiesette sovrapposte, tutte costruite su uno sperone di roccia e unite tra loro da una lunga scalinata di 131 gradini. Il sentiero che conduce al Santuario di San Romedio è una delle passeggiate di culto più significative del Trentino.  


LA FESTA DI SAN ROMEDIO 

Il 15 gennaio di ogni anno si festeggia il giorno di San Romedio con una messa ed il tradizionale piatto del pellegrino a base di trippe.
  

 
MALGA  DI COREDO 
 

Difficoltà: turistico 
Tempo di percorrenza: andata 1 ora.

 

 
 
 

Dal parcheggio del ristorante si prosegue lungo la strada a tratti sterrata che conduce fino alla Malga di Coredo. Il percorso inizialmente è pianeggiante e si inoltra nel bosco in mezzo ai pini, larici e abeti.

Si giunge ad un bivio caratterizzato da una curva molto accentuata per questo motivo chiamata "Curva della lama", si gira a sinistra in salita si arriva in località "Zuol" e successivamente alla malga di Coredo.

 

Per il ritorno si ripercorre l’itinerario dell’andata. 
 

 
CORNO DI TRES
 

Difficoltà: turistico 
Tempo di percorrenza: andata 1 ora e 30 minuti.

 
Il percorso ha inizio dal Rifugio Sette Larici dove è possibile parcheggiare la propria auto. Si raggiunge il Rifugio Predaia "ai Todesci", si segue il sentiero SAT 503 che per il primo tratto si sviluppa su strada sterrata molto pianeggiante, circondato da distese di prati d'erba.
 
Arrivati ai prati di Bus da Spin sin incontra un bivio e si prosegue a destra verso Malga Rodeza. Dalla malga si procede sempre sul sentiero 503 che raggiunge la cima del Corno di Tres.
 
Arrivati alla cima a quota 1812 si gode di una vista a 360°. Il Corno di Tres è un punto strategico da dove si può ammirare La Val d'adige, le Dolomiti Nord occidentali, Pampeago, il Paso Lavazè, il Monte Bondone, la Paganella, il Gruppo di Brenta e la Catena delle Maddalene.
 
Per il ritorno si ripercorre l'itinerario dell'andata.
 
 
 
   
 
Italian English German Russian Spanish